Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

+39 06 692 00 114 | cir@cir-onlus.org

I materiali del seminario su discriminazione e del discorso di incitamento all’odio per motivi di “razza”, origine etnica e nazionalità

Roma, 5 dicembre 2017 –  Lo scorso 29 e 30 novembre il CIR ha organizzato due giornate di studio sui temi della discriminazione e del discorso di incitamento all’odio per motivi di “razza”, origine etnica e nazionalità presso Palazzo Montecitorio e l’Istituto Luigi Sturzo di Roma.

Gli interventi dei relatori sono resi disponibili qui di seguito:

Presentazione progetto Fundamental Rights in Practice: European Judicial Training on the rights of persons in need of international protection JUST/2014/JTRA/AG/EJTR/6856 –  CIR

Discriminazione ed hate speech nella normativa e nella giurisprudenza europeaLucia Tria, Consigliere, Corte di Cassazione

Osservatorio Social Media & Internet Roberto Bortone, Ufficio per la promozione della parità di trattamento e la rimozione delle discriminazioni fondate sulla “razza” o sull’origine etnica

Hate Speech – l’importanza dei media nella diffusione e nel contrasto Francesco Di Giorgi, Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM)

Discriminazione e hate speech nel diritto sovranazionaleCostanza Hermanin, Segretaria Particolare del Sottosegretario di Stato alla Giustizia On. Gennaro Migliore

Hate Speech: Case study e lavoro di gruppo , Belkacem c. Belgique , Case of DmitriyevskiyAlessio Sangiorgi Avvocato, Unione Forense per la Tutela dei Diritti Umani 

 

Nel corso del seminario è stato fatto ampio riferimento all’articolo del prof.  Andrea Pugiotto “Le Parole sono pietre?