Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

Il messaggio del Papa in occasione della 104esima Giornata mondiale del migrante e del rifugiato

Roma, 15 gennaio 2018 – In occasione della 104esima Giornata mondiale del migrante e del rifugiato, il Papa ha lanciato un messaggio: “Accogliere, proteggere, promuovere e integrare i migranti e i rifugiati”.

Nel 2017 sono state 171.332 le persone che hanno raggiunto l’Europa via mare. Nigeria, Siria e Costa D’Avorio le tre maggiori provenienze. Intanto, dal 1 gennaio 2018 183 persone hanno perso la vita attraversando il Mediterraneo.

“Considerando lo scenario attuale – afferma il Pontefice – accogliere significa innanzitutto offrire a migranti e rifugiati possibilità più ampie di ingresso sicuro e legale nei paesi di destinazione. In tal senso, è desiderabile un impegno concreto affinché sia incrementata e semplificata la concessione di visti umanitari e per il ricongiungimento familiare. Allo stesso tempo, auspico che un numero maggiore di paesi adottino programmi di sponsorship privata e comunitaria e aprano corridoi umanitari per i rifugiati più vulnerabili.”

Per leggere il messaggio integrale, clicca qui.