Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

Il CIR: inaccettabile il trattenimento di persone a bordo della Diciotti

Roma, 23 agosto 2018 – Il CIR esprime sconcerto e preoccupazione per la vicenda dei 177 migranti bloccati sulla nave Diciotti della Guardia Costiera Italiana nel porto di Catania dallo scorso 20 agosto.
Ancora una volta, impedire lo sbarco dei migranti nel nostro Paese diventa uno strumento inappropriato di contrattazione politica con gli Stati Europei per l’attuazione del meccanismo di redistribuzione.
Una tale prassi, oltre ad essere inaccettabile, si configura come una gravissima violazione dei principi sanciti dalla nostra Costituzione, dalla CEDU e dal diritto internazionale.
Il CIR denuncia, inoltre, il ruolo improprio del Ministero dell’Interno che scavalca le prerogative costituzionali del Ministero delle infrastrutture.
Come già ribadito, la risposta dell’Unione europea alla gestione dei flussi migratori nel Mediterraneo deve essere richiesta nelle opportune sedi e non attraverso il trattenimento illegale di persone a bordo di una nave. 

 
Per maggiori informazioni
cirstampa@cir-onlus.org