Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

Sgomberi: la lettera che la Rete Legale per i migranti in transito ha inviato alle istituzioni romane

Roma, 21 novembre 2018 – Stanno proseguendo gli sgomberi, prima a Piazzale Maslax e poi a Piazzale Spadolini, che continuano a colpire quelle persone che sono rimaste fuori dal sistema di accoglienza e  hanno trovato un riparo di fortuna in strada. Le associazioni della Rete legale per i migranti in transito hanno inviato oggi una lettera all’assessore alla persona, alla scuola e alla comunità solidale del Comune di Roma, al Prefetto e al Questore di Roma per chiedere, con ancora più urgenza date le condizioni climatiche avverse, che venga garantita a richiedenti asilo, beneficiari di protezione, persone vulnerabili e bisognose di cure un posto adeguato nel circuito di accoglienza cittadino. 

Sono  41 persone che anche oggi sono state sgomberate: già segnalate al Comune di Roma nei giorni precedenti e successivi allo sgombero. Ci sono 19 richiedenti asilo, 3 beneficiari di protezione internazionale, 12 con permesso di soggiorno per motivi umanitari, 2 con permessi di soggiorno per attesa occupazione e 6 senza documenti.

In questa settimana la SOS, più volte sollecitata, ha dichiarato l’impossibilità di accogliere nuove persone, ponendosi in contrasto con i numeri dichiarati nell’incontro del 6 novembre con l’Assessorato alla persona, scuola e comunità solidale, che aveva messo a disposizione 120 posti estendibili a 170 una volta giunti ad esaurimento i primi. Nonostante ad oggi siano stati collocate solamente 127 persone. Vogliamo risposte, non solo forza. 

La lettera: qui