Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

CS – Nardò: Il CIR interviene ancora in favore dei migranti lavoratori stagionali

Comunicato Stampa

Nardò: Il CIR interviene ancora in favore dei migranti lavoratori stagionali

Lecce, 24 luglio 2018 – Richiesta di dislocazione del servizio “liste di prenotazione in agricoltura” gestito dal Centro per l’impiego presso il Campo Istituzionale di Nardò per lavoratori migranti stagionali: questo l’oggetto della lettera del 10 luglio 2018 inviata dall’ Avv. Donatella Tanzariello – Coordinatrice Regionale del Consiglio Italiano per i Rifugiati – alla Prefettura di Lecce, alla Regione Puglia, alla Direzione Provinciale del Lavoro di Lecce, al Sindaco di Nardò.

Il CIR si appella alla delibera della Giunta Regionale n. 2017 del 13.09.2011 con cui viene disposta l’istituzione di liste speciali/elenchi di prenotazione in agricoltura su base provinciale/territoriale, nelle quali possano confluire volontariamente tutti i lavoratori disponibili alle assunzioni/riassunzioni presso le imprese agricole.

Scrive la Tanzariello: “La materiale dislocazione del servizio di iscrizione nelle suddette liste nel campo per lavoratori migranti stagionali, ubicato nei pressi della Masseria Boncuri renderebbe di sicuro più immediato l’utilizzo dello strumento stesso, consentendo a tutti i lavoratori l’adesione alla modalità specifica, con possibili capitalizzazioni anche per gli anni a venire dell’esperienza maturata”.

Ricorda la coordinatrice del CIR che la proposta ha trovato consenso e disponibilità in seno alle riunioni del Tavolo Tematico attivo presso la Prefettura di Lecce e diretto all’individuazione di azioni per il contrasto al caporalato e allo sfruttamento lavorativo.

La dislocazione del servizio, come richiesto, renderebbe più agevole e immediato l’incontro fra domanda e offerta rispetto all’attività di lavoro stagionale, ponendo le basi per prevenire e contrastare possibili forme di intermediazione illecita o irregolare di manodopera. Ciò consentirebbe inoltre un monitoraggio dell’andamento del lavoro stagionale a tempo determinato in agricoltura, offrendo un riconoscimento ed una visibilità pubblica ai lavoratori del settore.

Facilitare l’iscrizione alle liste di prenotazione è quanto mai necessario in questo momento, visto l’orientamento assunto di consentire l’accesso al campo istituzionale solo a quei migranti che siano titolari di contratto di lavoro, o iscrizione al centro per l’impiego.

Lo strumento individuato potrà tuttavia raggiungere il suo pieno obiettivo solo se anche le Organizzazioni datoriali che pure siedono al Tavolo, giunganoad attingere dalle medesime liste per il reclutamento della manodopera.

Si attende pertanto di conoscere tempi e modi della dislocazione del servizio stesso presso il campo per lavoratori migranti stagionali.

 

Per informazioni e contatti

Ufficio Stampa CIR
cirstampa@cir-onlus.org

tel. 06 69200114 int.236