Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.

progettoFrontiereeMinori

FRONTIERE E MINORI

Progetto finanziato dal Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI) - 2014-2020 – OS 1 ASILO – ON 1- Accoglienza/Asilo - lett.b) Supporto informativo e legale per migranti e target vulnerabili nelle zone interessate dagli arrivi via mare.

Obiettivo generale:

Rafforzare la protezione dei minori stranieri, compresi i minori non accompagnati, in arrivo da o diretti verso l’Austria e/o la Slovenia (intercettati nelle Province di Udine e Gorizia), dei minori provenienti dal/diretti verso il Valico del Brennero (intercettati nella Provincia di Verona) e dei minori in arrivo nelle coste pugliesi, anche in conseguenza del previsti nuovi arrivi via mare dall’Albania.

Obiettivi specifici:

• Contribuire al miglioramento dei servizi di informazione, prima assistenza e referral in favore dei minori stranieri, compresi i minori non accompagnati, che giungono in Italia attraverso il Valico di confine terrestre di Tarvisio, identificati presso questa zona e negli attigui territori di Gorizia e Udine e/o di minori stranieri in transito, compresi i minori non accompagnati, intercettati nella Provincia di Verona e per la maggior parte provenienti da/diretti verso il Valico del Brennero;

• Contribuire al rafforzamento del sistema di identificazione, accompagnamento e referral in favore dei minori stranieri, compresi i minori non accompagnati, nelle Province nord orientali di Gorizia, Udine, Verona e nella provincia di Lecce.

Attività Progettuali:

A) FRIULI VENEZIA GIULIA - PROVINCE DI UDINE E GORIZIA.

ATTIVITÀ 1.

ATTIVITÀ INFORMATIVA E DI ORIENTAMENTO LEGALE PRESSO IL VALICO DI CONFINE DI TARVISIO (UDINE):

E’ prevista la presenza di personale legale CIR, coadiuvato da mediatori linguistici, presso la Stazione Ferroviaria “Bosco Verde” di Tarvisio e la Questura di Udine. In particolare, il CIR garantirà l’informativa sui diritti e i doveri dei minori stranieri accompagnati e non accompagnati in Italia (es. accoglienza, permesso di soggiorno per minore età, status giuridico collegato al familiare maggiorenne affidatario ecc.) e sulla procedura d’asilo (accesso alla procedura, con particolare riguardo al funzionamento del Regolamento Dublino, diritti garantiti, etc.).

L’attività di informazione e orientamento legale verrà coadiuvata dalla distribuzione di brevi e semplici depliant informativi plurilingue. E’ altresì prevista l’erogazione di beni di prima necessità.

ATTIVITÀ 2.

ATTIVITÀ DI INFORMAZIONE E DI ACCOMPAGNAMENTO LEGALE NEI TERRITORI DI UDINE, GORIZIA E TRIESTE:

rivolta a minori stranieri non accompagnati e a nuclei familiari anche monoparentali con minori, in raccordo con le principali realtà locali. Oltre all’informativa su diritti e doveri dello straniero e sulla procedura d’asilo, come descritta al punto precedente, verranno garantiti:

a. Colloqui individuali con i MSNA e tutori, assistenti sociali, educatori e psicologi di riferimento o con nuclei familiari o monoparentali composti da familiare maggiorenne e minore: volti alla informativa su diritti e doveri del minore e alla conoscenza della sua/loro vicenda personale, sulla procedura d’asilo, sul Regolamento Dublino e sul possibile ricongiungimento con altri familiari che si trovino in altri Stati Membri;

b. Disamina dei casi individuali: in collaborazione con tutori, assistenti sociali, educatori di riferimento, finalizzati alla presentazione della domanda di protezione internazionale anche da parte del MSNA, all’emersione di eventuali vulnerabilità e all’avvio di progetti di integrazione sociale del MSNA, in previsione del raggiungimento della maggiore età;

c. Supporto legale del MSNA nel corso della procedura per il riconoscimento della protezione internazionale: accompagnamento per la presentazione della domanda di protezione internazionale presso la Questura territorialmente competente, colloqui individuali in accordo con il Tutore per la preparazione all’intervista in Commissione, raccolta della storia personale con un mediatore, accompagnamento all’intervista e ogni altra informativa e/o accompagnamento utile.

Le attività di informazione e di accompagnamento nei territori di Udine e Gorizia di cui all’attività 2verranno garantiti nei seguenti punti strategici identificati in:

ATTIVITÀ 2.1

Ambulatorio medico della Croce Rossa internazionale a Gorizia.

ATTIVITÀ 2.2

COMUNITÀ DI ACCOGLIENZA PER MSNA: si ipotizza la presenza in loco di un operatore legale, supportato da un mediatore culturale, proporzionata al numero di minori accolti.

ATTIVITÀ 2.3

Unità attivabili al bisogno.

B) VENETO-Provincia di Verona.

ATTIVITA' 3

Attività informativa e di orientamento legale dei minori stranieri, anche non accompagnati, intercettati a Verona dalla Polizia Ferroviaria e dai servizi sociali dell’Ente locale:

L’attività di informazione e orientamento legale verrà coadiuvata dalla distribuzione di brevi e semplici depliant informativi plurilingue.

C) FRIULI VENEZIA GIULIA (PROVINCE DI UDINE E GORIZIA) – VENETO (PROVINCIA DI VERONA) – PUGLIA (PROVINCIA DI LECCE).

ATTIVITÀ 4.

CAPACITY BUILDING, articolata in:

ATTIVITÀ 4.1.

INCONTRI PERIODICI NELLE PROVINCE DI UDINE, GORIZIA,VERONA, LECCE

(per un totale previsto di almeno 4 incontri per Provincia) con le realtà del privato sociale, enti pubblici e forze dell’ordine per garantire un monitoraggio della presenza dei minori sul territorio e sulle attività di progetto e concertare misure di raccordo per garantire adeguate misure di identificazione, referral e presa in carico dei minori stranieri sul territorio, compresi i minori stranieri non accompagnati.

ATTIVITÀ 4.2

SESSIONI FORMATIVE

dirette al medesimo gruppo target su tematiche specifiche inerenti la tutela dei minori stranieri non accompagnati, anche sulla base delle esigenze rilevate durante gli incontri periodici. Sono previste 14 SESSIONI FORMATIVE così distribuite:

2 a Udine, 2 a Gorizia, 2 a Verona 5 a Lecce a carattere multidisciplinare rivolte ad una platea più vasta; 3 a Lecce a carattere più specificoe a specifici ordini/categorie professionali che operano con i minori stranieri, inclusi non accompagnati.

Destinatari (indicatori di realizzazione):

MSNA informati nei confini terrestri: 90

Minori stranieri extracomunitari informati nei confini terrestri: 30

Operatori servizi pubblici non format/informati sulle tematiche

relative ai minori: 210

MISNA extracomunitari informati sul territorio di

GO-UD-VR: 500

Minori stranieri extracomunitari informati sul territorio di

GO-UD-VR 150

OUTPUT

O1

Attività di informazione ed orientamento legale presso il valico di Tarvisio verso minori stranieri compresi non accompagnati;

O2

Attività di informazione e di accompagnamento legale a minori stranieri compresi non accompagnati presso un minimo di 4 centri per MSNA sui territori di Udine e Gorizia e presso il Comitato della Croce Rossa di Gorizia;

O3

Attività di informazione e di accompagnamento legale già garantita dal CIR a minori stranieri compresi non accompagnati nel comune di Verona;

O4

Depliant informativi plurilingue contenenti informazioni basilari sui diritti dei minori;

O5

Beni di prima necessità ai minori in transito;

O6

Minimo 16 incontri nelle province di Udine-Gorizia- Verona-Lecce a favore di realtà del privato sociale, enti pubblici e forze dell’ordine per garantire un monitoraggio della presenza dei minori sul territorio;

O6BIS

14 sessioni formative dirette a realtà del privato sociale, enti pubblici e forze dell’ordine su argomenti specifici sul tema dei minori stranieri compresi non accompagnati;

RISULTATI

R1

Rafforzamento dei servizi di informazione e assistenza legale diretti a minori stranieri compresi non accompagnati in ingresso dalla frontiera di Tarvisio e indirettamente attraverso quella del Brennero ritracciati nelle province di Udine-Gorizia- Verona;

R2

Rafforzamento nelle province di Udine-Gorizia-Verona-Lecce delle capacità degli operatori pubblici e del privato sociale e delle autorità locali sulla normativa italiana/europea inmateria di protezione di minori;

R3

Monitoraggio della presenza sul territorio di Udine-Gorizia-Verona-Lecce dei minori stranieri compresi non accompagnati e condivisione e messa a regime di procedure di identificazione, referral e presa in carico dei minori stranieri compresi non accompagnati concordate secondo la normativa nazionale ed internazionale.

Partenariato

CIR - Consiglio Italiano per i Rifugiati (capofila), Nuovi Cittadini onlus (Udine)-Associazione Croce Rossa Italiana Comitato di Gorizia-Istituto di Culture Mediterranee (Tricase LE)

Responsabile di progetto: Barbara Domeneghetti; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.; 06 69 200 114

Esperto legale sede centrale: Maria de Donato Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sportello Verona: Chiara Padoan Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Sportello Gorizia: Tamara Amadio e Valentina Masotto Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.; Sportello Udine Rossana Marini Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.;