Continuando ad utilizzare questo sito l'utente acconsente all'utilizzo dei cookie sul browser come descritto nella nostra cookie policy, a meno che non siano stati disattivati. È possibile modificare le impostazioni dei cookie nelle impostazioni del browser, ma parti del sito potrebbero non funzionare correttamente.

Rifugiati e Richiedenti asilo in Italia, ciclo formazione 2017 per SAT PINK Verona con CIR

banner formazione9 febbraio 2016 - Al via il prossimo 4 marzo a Verona il Ciclo di formazione per SAT PINK (Servizio Accoglienza Trans/Transgender) di Verona e Padova incentrato sul tema: “Richiedenti asilo e rifugiati/e in Italia”. L’appuntamento – che si inserisce nel programma di formazione SAT PINK 2017 - è riservato solo a volontari/e SAT-PINK, per un massimo di 13 persone. La formazione sarà curata da Francesca Cucchi del CIR Verona.

Guarda la locandina

Tra gli argomenti che verranno trattati:

• Definizione di migrazione, richiedente asilo, rifugiato/a.

• Normativa nazionale e internazionale di riferimento sullo status di richiedente asilo e rifugiato/a.

• Il Sistema di Protezione per Richiedenti Asilo e Rifugiati (Sprar) in Italia.

• La protezione per le persone lgbt (note dell’UNHCR e successive integrazioni).

• Attività del CIR.

FOCUS FORMAZIONE SU RIFUGIATI/E E RICHIEDENTI ASILO TRANS/TRANSGENDER

La Convenzione dell’ONU in Rapporto allo Stato dei Rifugiati del 1959 comprende anche le richieste di asilo collegate all’identità di genere, purché siano soddisfatti i criteri della definizione di rifugiato/a. La Convenzione considera le persone transgender come componenti di un “gruppo sociale particolare”, anche se ogni Paese europeo ha una diversificazione della considerazione del “gruppo sociale T”. Un gruppo può essere oggetto di gravi violazioni dei diritti umani e altri tipi di gravi danni che le Direttive di Qualificazione Europee definiscono “gender-specific acts of persecution”.

• Quale situazione esiste in Italia?

• Quali istruzioni pratiche sono attivate nel sistema di protezione nel processare le richieste di asilo da persone che vengono perseguitate a causa della loro identità di genere?

• Quali tipi di interviste possono essere realizzate durante le fasi di raccolta dati per la richiesta di asilo di persone T?

• Che tipo di accoglienza può essere offerta nei centri in cui sono ospitati i/le richiedenti asilo T per garantire loro libertà di espressione e di identità?

• Quali terapie mediche e in che modo dovrebbero essere garantite in modo specifico alle persone T richiedenti asilo?

Seguici anche su
FB twitter youtube