Integrazione

L’integrazione è un processo a due dimensioni che comincia nel momento in cui il rifugiato arriva nel paese che considera come propria destinazione. E implica un dialogo costante perché interessa non solo chi cerca protezione in Italia, ma la società nel suo insieme. 

Con i nostri progetti vogliamo dare ai rifugiati gli strumenti per potersi ripensare in futuro e alle società la capacità di accoglierli.

La bellezza dell’integrazione

Ente finanziatore: Ministero dell’Interno – Fondo FAMI
Periodo di implementazione: Maggio 2020 – Febbraio 2022
Valore complessivo: €460.054,90
Budget CIR: €297.386,90
Capofila: CIR
Partner: Società CoopAcai Phoenix, Fondazione Franco Verga C.O.I, Isola Quassùd, Roma Capitale – Dipartimento Turismo, Formazione Professionale e Lavoro Direzione Formazione Professionale e Lavoro, Teatro Pubblico Pugliese Consorzio Regione per le arti e la cultura. Collaborano anche l’Associazione Amici del FAI e Officine Culturali.

Obiettivo del progetto: Il progetto ha l’obiettivo di promuovere l’integrazione socio-culturale dei titolari di protezione internazionale attraverso pratiche e attività culturali partecipative che rilancino nuove opportunità d’inserimento lavorativo. 120 titolari di protezione internazionale  saranno accompagnati in percorsi volti a rafforzare capacità propedeutiche all’occupazione nel settore turistico-culturale. L’intervento si sviluppa a Roma città metropolitana e Provincia, Milano, Lecce e Catania.  A Lecce è cominciato il Corso di formazione non professionalizzante per Operatore e Installatore Museale, condotto dal partner Teatro Pubblico Pugliese in collaborazione con il Museo Sigismondo Castromediano. A Roma è cominciato il Laboratorio di narrazione nel Museo delle arti e tradizioni popolari. A Catania abbiamo realizzato i primi 2 Tavoli Linguistici in collaborazione con la Biblioteca del Comune di Catania e le classi V dell’Istituto Galileo Galilei. A Milano sta andando avanti la selezione degli utenti che parteciperanno al corso di italiano propedeutico per il lavoro realizzato da Fondazione Verga e al corso di formazione in ambito culturale sviluppato con Amici del FAI.

Progetto REPAIR –  Regional Partnership for Autonomy and Integration of Refugees

Ente finanziatore: Ministero dell’Interno – Fondo Asilo, Migrazione e Integrazione (FAMI)
Periodo di implementazione: Maggio 2020 – Dicembre 2021
Valore complessivo del progetto: €1.309.097,84
Capofila: Soc. Coop. Soc. Città Solare
Partner: Partnership regionale. Si sviluppa in 7 province del Veneto (Padova, Venezia, Rovigo, Treviso, Belluno, Vicenza, Verona) e vede la partecipazione di 11 enti del privato sociale e non oltre il CIR.

Ruolo del CIR: Coordinamento provinciale di progetto, individuazione dei destinatari di progetto e redazione del Piano Individuale di Inserimento socio-economico, in accordo con i destinatari e i partner territoriali.

Obiettivo del progetto: Realizzare percorsi individuali di accompagnamento verso l’autonomia socio-economica in favore di 170 titolari di protezione internazionale individuati nelle varie province. Sono state svolte attività propedeutiche all’inserimento sociale, lavorativo e/o abitativo: orientamento alla ricerca attiva del lavoro, organizzazione di corsi di formazione non professionalizzante e erogazione di beni e servizi propedeutici al lavoro, accoglienza in appartamento di transizione e/o orientamento e accompagnamento al mercato abitativo.

Co.Efficienti – Progetti per favorire l’efficacia dei sistemi locali dei servizio pubblici per l’inclusione dei cittadini di Paesi Terzi

Periodo di implementazione: Luglio 2019 – Dicembre 2021
Valore complessivo del progetto
: €103.424,32
Capofila: Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Assistenti Sociali (CNOAS)
Partner: CIR, Fondazione Nazionale degli Assistenti Sociali (FNAS), CNOAS di tutte le regioni, Fondazione San Giovanni Battista, Comunità Fraternità SCS onlus, Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR).

Obiettivo del progettoIl miglioramento, in termini di efficacia ed efficienza, del Sistema dei Servizi sociali rispetto alla programmazione, organizzazione ed erogazione dei servizi sociali ed amministrativi per cittadini di Paesi terzi. Si prevede la formazione della Pubblica Amministrazione  e la creazione di un Piano di Formazione Nazionale da erogare a tutti gli operatori sociali. E’ prevista inoltre l’elaborazione di un Manuale di buone pratiche e un workshop a Bruxelles per la diffusione delle buone pratiche.

La lingua veicolo di integrazione

Ente finanziatore: Ministero dell’Interno – Fondo FAMI
Periodo di implementazione: Agosto 2019 – Luglio 2021
Budget CIR: €48.406
Capofila: Comunità di Sant’Egidio
Partner: CIR, Scuola di Italiano per Stranieri di Roma Società Dante Alighieri

Ruolo CIR: Sperimentare percorsi di apprendimento dell’italiano idonei alle necessità dei nuclei familiari ospiti dei centri di accoglienza SIPROIMI di Roviano e Anticoli Corrado; rendere sostenibili i percorsi di apprendimento linguistico a favore di beneficiari appartenenti alle categorie vulnerabili attraverso attività complementari di orientamento ed accompagnamento sociale.

Obiettivo del progetto: Promuovere l’alfabetizzazione e l’apprendimento della lingua italiana attraverso percorsi sperimentali e adeguati alle esigenze personali dei destinatari, nella consapevolezza che la conoscenza della lingua italiana sia un veicolo fondamentale di inserimento e inclusione sociale. Sostenere percorsi formativi integrati di educazione civica promuovendo la partecipazione dei destinatari come attori del processo di inclusione, mediante la diffusione dei valori di accoglienza, integrazione e rispetto reciproco. Il primo corso sperimentale nel SIPROIMI di Roviano si è svolto nel periodo maggio-luglio 2020 ed è stato realizzato molto positivamente nonostante la situazione di emergenza sanitaria.

ICT – Inclusion, Councelling, Training

Ente Finanziatore: Fondazione Vodafone
Periodo di implementazione: Novembre 2019- Gennaio 2021
Valore complessivo del progetto: €126.869
Esecutore unico: CIR

Obiettivo del progetto: Valorizzare i percorsi individualizzati di inclusione socio-economica dei rifugiati attraverso l’acquisizione di competenze nel settore informatico, prevedere percorsi di riabilitazione e di elaborazione dei traumi attraverso tecniche digitali di narrazione del se e della propria storia. E’ stato erogato un corso di informatica di livello medio per 15 beneficiari e forniti computer portatili a chi di loro non ne era in possesso. Per gli utenti più avanzati sono stati erogati corsi specialistici (web design, grafica pubblicitaria, autocad) e attivato un tirocinio relativo alla riparazione di portatili e smartphone.

Kintsugi

Ente finanziatore: 8 per mille Irpef a diretta gestione per l’anno 2016
Periodo di implementazione: Settembre 2018 – Maggio 2020
Valore complessivo: €314.404,20
Esecutore unico: CIR

Obiettivo del progetto: Riabilitare, garantire protezione e avviare verso percorsi di inclusione sostenibile i richiedenti asilo, i beneficiari di protezione internazionale e umanitaria, sopravvissuti a tortura e traumi estremi, con particolare attenzione ai traumi da viaggio, attraverso servizi di supporto multidisciplinari. Il progetto ha fornito Assistenza medico-psicologica; Orientamento e assistenza legale; Integrazione abitativa; Integrazione formazione e lavoro; Ricongiungimento familiare; Laboratorio di riabilitazione psico-sociale.

Clicca qui per visitare la pagina dedicata al progetto.

Welcome Home

Ente Finanziatore: 8 per mille Irpef a diretta gestione statale per l’anno 2015
Periodo di implementazione: Settembre 2018 – Marzo 2020
Valore complessivo del progetto: €1.062.721,80
Capofila: CIR
Partner: Refugees Welcome Italia

Obiettivo del progetto: Il progetto intende favorire il processo di integrazione di 105 persone in protezione internazionale attraverso azioni sperimentali di accoglienza diffusa che prevedono il coinvolgimento della cittadinanza e del privato sociale. Realizzato nelle Regioni Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria, Lazio, Puglia e Sicilia il progetto ha previsto quattro azioni di accoglienza:

  • Welcome in the family – abbinamento tra rifugiati e famiglie italiane
  • Young together – abbinamento fra giovani rifugiati e giovani italiani under 35
  • Refugees 4 refugees – abbinamento tra rifugiati e persone migranti o rifugiate con background culturali e/o esperienziali simili ai beneficiari del progetto
  • Home sweet home – sostegno a percorsi di autonomia alloggiativa attraverso contributi alloggio ed eventuale stipula di fidejussione.

È stata realizzata un’azione trasversale di sostegno ai percorsi di integrazione socio-lavorativa attraverso interventi qualificati in ambito di formazione/riqualificazione e inserimento professionale.

Side by Side

Ente finanziatore: Tavola Valdese
Periodo di implementazione: Ottobre 2019 – Dicembre 2020
Valore complessivo del progetto: €20.000
Esecutore unico: CIR

Obiettivo del progetto: Facilitare il processo di ricongiungimento familiare dei beneficiari di protezione internazionale presenti nel territorio di Roma e promuovere la sua sostenibilità nel tempo, favorendo il processo di empowerment del rifugiato che richiede il ricongiungimento attraverso l’erogazione di specifici servizi di supporto di tipo socio-legale. Al fine di facilitare e rendere sostenibile il ricongiungimento familiare in Italia sono realizzate in favore dei beneficiari le seguenti attività multidisciplinari: orientamento legale sulla procedura di ricongiungimento familiare; supporto alla compilazione della documentazione richiesta; intermediazione con i competenti uffici per superare ostacoli di carattere giuridico-amministrativo relativi al rilascio dei visti ed alla prova del legame familiare. 

PDF

PDF