Alienum phaedrum torquatos nec eu, vis detraxit periculis ex, nihil expetendis in mei. Mei an pericula euripidis, hinc partem.

+39 06 692 00 114 | cir@cir-onlus.org

 

Chi Siamo

LA VOCE DI CHI È COSTRETTO A FUGGIRE

01CHI SIAMO

Il Consiglio Italiano per i Rifugiati è un’organizzazione umanitaria indipendente costituitasi nel 1990 in Italia, su iniziativa delle Nazioni Unite, con l’obiettivo di difendere i diritti dei rifugiati e dei richiedenti asilo. Il CIR lavora per favorire l’accesso alla protezione delle persone che fuggono da guerre e persecuzioni e per contribuire a costruire condizioni di accoglienza e integrazione dignitose, nel pieno rispetto dei diritti umani. Il CIR è una onlus, dotata di personalità giuridica, ed ha una struttura leggera di operatori legali, sociali, mediatori culturali, medici e psicologi. Il CIR opera a livello nazionale ed europeo nonché in Nord Africa, in maniera coordinata con altre organizzazioni della società civile. Il CIR non ha uno specifico finanziamento statale ma opera sulla base di progetti approvati e finanziati dall’ONU, dall’Unione europea, dal Governo italiano, da Regioni, Comuni e Fondazioni private.

02MISSION

I nostri progetti hanno lo scopo di favorire l’accesso alla protezione, l’accoglienza, l’integrazione, la fruizione dei diritti, il sostegno sociale e psicologico, e il ritorno volontario. Dal 1996 il CIR porta avanti anche progetti specifici a favore di rifugiati sopravvissuti a tortura. In 25 anni il CIR ha assistito oltre 120 mila persone, ha contribuito a riabilitare circa 4 mila vittime di tortura e si è battuto per il riconoscimento dei loro diritti. Molto abbiamo fatto in termini di accoglienza e protezione, ma molto rimane ancora da fare. I molti rifugiati che stanno arrivando sulle nostre coste – che fuggono in maggioranza dalla Siria, dall’Iraq, dall’Eritrea e dall’Afghanistan – hanno bisogno di protezione, accoglienza e possibilità di integrazione. Le risorse che arrivano da strutture pubbliche per il finanziamento dei progetti di cui sopra sono purtroppo insufficienti di fronte ai nuovi compiti che lo scenario mondiale pone. È questa la ragione per la quale intendiamo sollecitare il sostegno di una rete, quanto più possibile ampia di amici e di sostenitori.

03COME SOSTENERE IL CIR

È possibile sostenere il CIR in diversi modi: innanzitutto attraverso la devoluzione del 5 per mille nell’annuale dichiarazione dei redditi (con una firma e il codice fiscale del CIR 96150030581). In secondo luogo questo sostegno può essere effettuato attraverso donazioni una tantum attraverso il sito o con bonifico bancario al codice IBAN IT02 B033 5901 6001 0000 0005 925 intestato a Consiglio Italiano per i Rifugiati con la causale Donazione. È possibile poi effettuare anche piccole donazioni periodiche attraverso la sottoscrizione di un RID (vedi sito). Tutte le donazioni a favore del CIR sono detraibili o deducibili.

RAPPORTO ANNUALE

Ogni anno presentiamo il rapporto attività del CIR, il nostro “biglietto da visita” con i principali dati, le attività, i progetti, le campagne, ma anche le battaglie che abbiamo portato avanti nel corso degli anni.

BILANCIO

In questa sezione è possibile consultare gli ultimi bilanci del CIR comprensivi del riepilogo delle attività svolte e dei numerosi progetti portati avanti in questi anni.

STATUTO

Il CIR è un’organizzazione non lucrativa di utilità sociale (ONLUS) che svolge le seguenti attività: di tutela dei diritti civili, di assistenza sociale e socio-sanitari di formazione. Leggi il nostro statuto.

LA NOSTRA ORGANIZZAZIONE

Roberto Zaccaria

IL PRESIDENTE

Roberto Zaccaria è nato a Rimini il 22 dicembre del 1941. Ha insegnato diritto costituzionale, diritto pubblico e diritto dell’informazione oltre che nella Facoltà di Giurisprudenza di Firenze, nell’Università di Macerata, alla LUMSA e alla LUISS di Roma. È stato Presidente della RAI dal 1998 al 2002, vice Presidente dell’UER (Unione delle televisioni pubbliche europee) dal 2000 al 2002. In precedenza era stato consigliere di amministratore della RAI dal 1977 al 1993 e dell’Ente Cinema dal 1990 al 1995. È stato consigliere di amministrazione della Banca Toscana dal 1995 al 1998. È stato membro della Camera dei deputati nella XIV, XV e XVI legislatura. È stato eletto per la prima volta alla Camera dei Deputati nelle elezioni suppletive dell’ottobre 2004 nel collegio di Milano 3. È stato Presidente del Comitato per la Legislazione e vice Presidente della Commissione Affari Costituzionali e membro del Collegio di appello della Camera. È autore di numerose pubblicazioni in materia di diritto costituzionale e di diritto dell’informazione. È stato primo firmatario di una proposta di legge organica sul diritto d’asilo elaborata assieme al CIR. È giornalista pubblicista, iscritto all’Ordine dei giornalisti e ha collaborato con L’Unità e Europa.

COLLABORA CON NOI

ENTRA A FAR PARTE DEL CIR

Senti tua la causa per la quale lottiamo ogni giorno? Vuoi partecipare attivamente a una missione importante come la tutela dei diritti umani? Invia subito la tua candidatura.